La svolta

La svolta - Seven Essences

Sebbene giovane, Seven Essences vuole con i suoi oli essenzilai di alta qualità, cambiare il solito modo di gustare i drink preferiti e portarli ancora più in alto.

In questo sito trovere ora i primi oli essenziali aromi e tinture per iniziare un viaggio dei sensi attraverso i cocktail o piatti moderni.

Oli Essenziali

Gli oli essenziali sono prodotti ottenuti per estrazione a partire da materiale vegetale aromatico, ricco cioè di "essenze".

Una volta estratti si presentano come sostanze oleose, liquide volatili e profumate.

Gli oli essenziali come li conosciamo oggi sono un prodotto relativamente moderno.

Il tipo di  estrazione in corrente di vapore è abbastanza antico e probabilmente fu sviluppato dai tecnologi arabi oltre mille anni fa, ma non fu mai utilizzato per isolare gli oli essenziali, bensì per ottenere le acque aromatiche, considerate le vere "essenze" delle piante. Il progredire della tecnologia portò però nel tempo ad isolare con sempre maggior efficienza gli oli essenziali ed iniziare ad utilizzarli.

 

Essi possono essere contenuti in varie parti della pianta:

 

sommità fiorite (lavanda, rosmarino, timo);

fiori (camomilla, arancio, gelsomino,violetta);

foglie (eucalipto, verbena);

frutti (anice, finocchio, pepe, ginepro, vaniglia);

scorza di frutti (arancio, bergamotto, limone);

radici e rizomi (iris, zenzero).

Le metodologie di estrazione accettate nella definizione di olio essenziale sono la distillazione in corrente di vapore (che si distingue poi in distillazione nella quale il materiale è immerso in acqua e distillazione nella quale il materiale è sospeso sopra la fonte di vapore), la spremitura a freddo (delle bucce o epicarpo dei frutti del genere Citrus), e per alcune autorità anche la distillazione a secco o distruttiva .

La distillazione in corrente di vapore è il metodo di estrazione più diffuso; le parti della pianta sono messe su una griglia su cui è fatto passare vapore a circa 110°C. La pianta rilascia l'essenza nel vapore che è convogliato verso una serie di stadi di raffreddamento successivi che provocano la liquefazione del vapore stesso. L'olio essenziale presente normalmente galleggia sulla superficie del distillato acquoso che è più leggero e quindi può essere facilmente separato. Per accelerare l'estrazione il processo di distillazione a vapore è spesso accompagnato dall'idro-diffusione che consiste nell'applicazione di una leggera pressione sottovuoto.

La spremitura è invece usata per estrarre oli dalla scorza degli agrumi: il liquido che si ottiene è lasciato riposare e l'olio che si separa alla superficie del liquido madre è rimosso.

L'olio essenziale è quindi un estratto fitochimico selettivo. Le essenze contenute nelle piante sono la fonte degli oli essenziali come prodotto, ma non sono completamente sovrapponibili ad essi dal punto di vista chimico, dato che gli oli essenziali contengono solo le molecole volatili alle condizioni di estrazione e idrofobiche (le molecole volatili ed idrofiliche si perdono nelle acque aromatiche).

Gli oli essenziali sono insolubili o pochissimo solubili in acqua, risultano però facilmente trascinabili dal vapor acqueo nonostante il loro alto punto di ebollizione (150-300 °C).

Nel diciannovesimo secolo un francese di nome Piesse classificò gli odori in base alle note della scala musicale; ancora oggi le fragranze sono divise in "note" alte, medie e basse.

La nota alta ha una qualità fresca e leggera, evapora immediatamente.

La nota media è il cuore della fragranza ed è la parte centrale della miscela, emerge un pochino dopo la prima impressione.

La nota bassa è un profumo ricco e grave che emerge lentamente, ma dura a lungo, stabilizza la miscela, impedisce la dispersione degli oli più leggeri.

Ylang ylang è un olio molto equilibrato perchè possiede una nota alta dolce e floreale molto forte, una nota media ricca e cremosa ed una nota bassa delicatamente floreale e leggermente speziata.

Note alte: tea tree, eucalipto, mandarino, limone, basilico.
Note medie: geranio, lavanda, maggiorana, legno di rosa, rosmarino.
Note basse: patchouli, rosa, gelsomino, incenso, mirra.

 

website under maintenance